venerdì 9 marzo 2018

L'amante silenzioso di Clara Sanchez, recensione

Ciao crazy,
oggi parliamo de L'amante silenzioso, ultimo romanzo di Clara Sanchez uscito anche qui da noi l'8 marzo grazie alla Garzanti. Questa volta la bravissima autrice spagnola ci trasporta in Africa, precisamente a Mombasa. Quindi non perdiamo tempo e andiamo a conoscere la storia della bella Isabel e del solitario Ezequiel.




Titolo: L'amante silenzioso

Autore: Clara Sanchez

Data: 8 marzo 2018

Editore: Garzanti

Genere: narrativa

Narrazione: prima persona. POV di entrambi

Finale: No cliffhanger







Rigogliose piante di un verde smeraldo addobbano il patio dove si svolge la cena. Isabel è lì su invito di un’ambasciata spagnola in Africa. Tutti credono che sia una giovane fotografa con la voglia di immortalare i colori e i panorami di quella terra bruciata dal sole. Ma non è questa la verità. Isabel sta cercando qualcuno. Sta cercando, per conto dei suoi genitori, Ezequiel, che si è lasciato tutto alle spalle per ritrovare sé stesso. È stato un uomo a fargli credere di non aver bisogno di null’altro, Maína, che con il suo potere carismatico di persuasione ha legato a sé diverse persone che come Ezequiel si sentivano perse. Perse come amanti silenziosi in cerca d’amore. Isabel deve salvarlo. Deve farlo perché non ci è riuscita con suo fratello che si è affidato a qualcuno con le stesse capacità manipolatorie. Per questo ha accettato questa strana missione, apparentemente semplice: trovare Ezequiel e capire se sta bene. Ma quando Isabel incontra finalmente il ragazzo e conosce Maína capisce che dietro l’obiettivo di regalare nuove prospettive di vita a chi credeva di non averne si cela qualcosa di molto più grande. Attraversando i piccoli villaggi e la natura incontaminata, Isabel si accorge di strani movimenti, nei quali sembra invischiato anche Ezequiel. C’è qualcosa che non torna. Eppure sa che non può fare troppe domande. Perché rischia di essere condizionata e di perdere anche lei il controllo. Perché la sua copertura di fotografa può cadere da un momento all’altro. Perché da sola non è facile farsi scudo da una rete di intrighi e loschi affari.



Chi non si salva da sé non lo salva nessuno.
(Cesare Pavese)

Questo romanzo inizia proprio con questa citazione. L'amante silenzioso si presenta da subito per quello che è: un inno ad amarsi, a volersi bene e a non permettere a nessuno di farti sentire inferiore, non importante o non amato.
Clara Sanchez delinea in spesse ed emozionanti pagine il viaggio di una donna alla ricerca di uomo da salvare e che alla fine trova se stessa.
Isabel ha da poco subito un lutto. Suo fratello si è suicidato da poco e il dolore per la perdita di una persona amata la schiaccia a terra, così quando le viene proposta una stravagante offerta di lavoro non se lo fa ripetere due volte. Una ricca e facoltosa famiglia spagnola la assume per riportare in Spagna il proprio figlio, caduto, come suo fratello, tra le grinfie dell'ennesima setta. Il viaggio è lungo e tortuoso ma Isabel ha un unica certezza: ritrovare Ezequiel e portarlo a casa dalla propria famiglia. Ma una volta arrivata in Africa capisce subito che questo viaggio sarà più duro del previsto e che unirsi alla setta sarà l'unico modo per convincere Ezequiel ad andare via con lei. Così assistiamo attraverso agli occhi di Isabel alla riscoperta di un continente nuovo, puro e magnifico e allo stesso tempo corrotto e devastante. Da un lato viviamo la storia con gli occhi innocenti di una donna che si avvicina ad una setta in cui non crede, e dall'altro assistiamo alla profonda lealtà e devozione di Ezequiel nei confronti di questo circolo chiuso di cui fa parte e che non vuole lasciare.
Isabel è una donna forte e decisa. Sa cosa vuole dalla vita e non permette a niente e nessuno di intromettersi nelle sue scelte. Eppure la morte di suo fratello la spinge in una spirale di dolore e lutto da cui non riesce a rialzarsi. Il suo viaggio in Africa rappresenta per lei una nuova rinascita, la riscoperta di una nuova Isabel, e allo stesso tempo il desiderio di far aprire gli occhi a tutte le persone che si sono affidate ad una setta che non fa altro che sfruttare le debolezze dei suoi adepti.
Ezequiel è andato in Africa alla ricerca di risposte. Con il cuore spezzato dopo una terribile rottura, trova nella setta e in Maina, il suo fondatore, un nuovo motivo per vivere e per sentirsi di nuovo amato. E' un personaggio profondamente solo che crede di trovare in questo nuovo mondo tutte le risposte alla sua solitudine.
Il romanzo presenta una trama interessante e avvincente. Non abbiamo tempi morti e, anzi, di pagina in pagina la voglia di andare avanti diventa sempre più forte.
Clara Sanchez ci racconta di un Africa di cui abbiamo sentito parlare poco, e per questo il romanzo affascina anche di più. Isabel e Ezequiel sono due facce della stessa medaglia. Due persone vere che soffrono e non sanno come reagisce al dolore che li circonda e, in qualche modo, il trovare uno scopo li porta a confrontarsi con se stessi e a conoscersi meglio.
“L'amante silenzioso” è un romanzo autentico, che mostra una bellissima e cruda cartolina di un Africa che, troppo spesso, tendiamo a dimenticare.

Federica






1 commento:

f
Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...